Archivi categoria: Musica

PATTI SMITH E LA CITTA’ DI MILANO

IL RICORDO PIU’ ROCK DELL’ESTATE MILANESE

La grande icona rock Patti Smith si è esibita ad inizio Agosto, esattamente il 1 Agosto 2022, nel Piazzale delle Armi del Castello Sforzesco di Milano, nell’ambito della rassegna MilanoViva, con un sold out annunciato da giorni, avanti ad un pubblico variegato di giovanissimi e meno giovani, milanesi e turisti stranieri, famiglie intere e single.

La notizia è passata sui mass-media ma visto anche il periodo di vacanze, un po’ in sordina.

In apertura del concerto il Comune, nella persona dell’assessore alla cultura Tommaso Sacchi, le ha conferito la “Pergamena per l’arte e la cultura” che trova motivazione nel “suo attaccamento alla città che ha molto ispirato il suo lavoro” e nell’”amore per l’arte e la cultura italiane e per il suo contributo alla musica nel mondo”. Non più tardi del 2020 la cantautrice americana aveva imbastito un concerto su Instagram per alleviare il dolore e la paura causata dalla pandemia, con dedica speciale proprio alla città di Milano, cui – ha ammesso – si sente profondamente legata.

Ama così profondamente la cultura italiana da aver dedicato alcuni minuti a declamare la celeberrima poesia L’Infinito di Leopardi nella traduzione inglese, in un’unione ideale tra poesia classica e moderna; cosa che la rende ancora più fuori dagli schemi.

Ad accompagnarla nella band il bassista Tony Shanahan, il batterista Seb Rochford ed il figlio Jackson Smith alla chitarra. Il concerto è stata una grande ed intensa festa, dove non sono mancate perle di saggezza da parte di colei che viene a ragione definita “la sacerdotessa del rock”, quale ad esempio l’importanza della pace e della libertà, o il concetto di dover trovare dentro di sé la forza in molti frangenti della vita per poter andare avanti, perché i momenti bui sono riservati a tutti (a parte gli inizi della sua carriera, abbastanza faticosi e seguiti ad una lunga gavetta, lei ha perso il marito prematuramente). Non sono mancati aneddoti e ricordi personali, ad esempio ha sottolineato di essere molto affascinata anche dalla città di Napoli, una città da scoprire pian piano.

Ogni cosa che dice o canta parte dal cuore, scandita dall’agitare in aria le sue lunghe mani bianche o dal flusso fluttuante dei lunghi capelli.

Nella parte conclusiva del concerto, in un crescendo passato attraverso Redondo Beach, My blakean year, One too many mornings, Boy cried wolf, Pissing in a river, Because the night, per intonare People have the power, è salito sul palco a sorpresa il giocatore nazionale di basket Gigi Datome, neocampione d’Italia dell’Olimpia, che oltre all’altezza e alla prestanza fisica, ha dimostrato di sapersela cavare anche alla chitarra. Il fuoriclasse dello sport ha poi commentato sui Social “che nessuna parola o video avrebbero potuto trasmettere la felicità” provata, ringraziando di averlo fatto sentire semplicemente “uno di loro”.

Ma anche noi ci siamo sentiti “uno di loro”.

Insomma, in poche parole una grande festa con un solo slogan: tutti pazzi per Patti Smith !

Sui laghi lombardi un Festival estivo tra musica, cabaret e teatro

Turisti di giorno, spettatori di sera.

Questo l’intento del Festival dei laghi (www.festivaldeilaghi.com) e del direttore artistico Francesco Pellicini, allievo di Nanni Svampa; un festival che ha luogo sulle sponde dei laghi lombardi ma che è buona sintesi di cultura meneghina, cantautorale e teatrale, e di autori ed artisti cresciuti sui nostri laghi, in terra lombarda o al più al confine col vicino Piemonte. Oltre alla popolazione locale, il festival, giunto alla V edizione, mira ad intercettare turisti e gitanti in fuga dalla metropoli milanese e dalle città, lombarde e non solo, perché di giorno possano sì godere delle bellezze naturalistiche, architettoniche ed artistiche dei bei laghi lombardi, ma pure concedersi alla sera uno spettacolo di qualità.

Il calendario festivaliero è molto nutrito e si estende fino alla fine di Settembre, trattasi di oltre una ventina di performance serali alle ore 21 con avvio nel mese di Giugno. Il direttore artistico si fa in quattro, e si cimenta a più riprese nella pièce “Ciao Nanni” in ricordo del proprio mentore il 17 Luglio a Gavirate (VA), il 23 Luglio a Lovere (BG) ed il 9 Settembre a Baveno (Vco), una carrellata sulla carriera del fondatore dei Gufi a metà tra cabaret e concerto; partecipa inoltre a due eventi di teatro-canzone: “La farfalla Gigi Meroni” il 31 Luglio a Cernobbio (CO), spettacolo dedicato al calciatore comasco prematuramente scomparso, interpretato sul palco da Maicol Trotta, investito da un’auto a soli 24 anni, e che prende spunto anche dal tragico evento dello schianto aereo di Superga (quando un trimotore delle linee aeree italiane si trovò fuori rotta e si schiantò dietro all’omonima basilica, col sacrificio di molti noti giocatori di calcio), ed il 24 Settembre a Maccagno (VA) con l’atto unico “Binario morto” tratto dall’inedito racconto di Andrea Vitali, da alcuni battezzato ‘il Camilleri del nord’, incentrato sulla storia di un treno che rientra 50 anni dopo la partenza, alla stazione iniziale, allorquando nottetempo ha luogo un poetico dialogo tra capostazione e capotreno.

Alcuni eventi in cartellone sono veri concerti – così a Verbania (Vco) il 4 Agosto quello di Giorgio Conte (fratello di Paolo), quello della Treves Blues Band il 12 Agosto a Lecco, col leader Fabio Treves – per gli amici il Puma di Lambrate – che ha superato i 70 anni di vita dedicata al blues, e del chitarrista Massimo Luca il 3 Settembre a Tignale del Garda (BS) che percorre un viaggio nel mondo musicale di Lucio Battisti insieme ad aneddoti e ricordi del loro rapporto di lavoro ed amicizia. Da citare anche il quartetto Alter Echo rigorosamente femminile, dedito alla musica pop e cinematografica presentano il 6 Agosto ad Iseo (BS) un programma sulle note dell’immortale Morricone.

I restanti spettacoli sono quasi tutti a trazione cabaret: così in “Cabaret” si esibirà Danilo Vizzini il 30 Luglio a Monte Isola (BS); in “Sotto spirito” si esibirà Alberto Patrucco il 7 Agosto a Colico (LC), alternando monologhi alla musica; il 13 Agosto a Chiavenna (SO) sul piccolo ed incantevole lago di Mezzola in “Mix comico” si esibiranno lo storico mattatore di Zelig Flavio Oreglio, d’estrazione meneghina, con i colleghi Claudio Batta, Francesca Puglisi e Riky Bocor; tutti titoli, questi, che non lasciano adito a dubbi. Ed ancora il 27 Agosto ad Oggiono (LC) l’omaggio ad Enzo Jannacci “Roba minima s’intend” che ripercorre la mitica Milano degli anni Sessanta delle periferie con quei personaggi surreali che lui ha descritto così bene. Ed il 17 Settembre Max Pisu (all’anagrafe legnanese, ma forgiatosi alla milanesissima Corte dei miracoli) presenta al pubblico di Stresa (Vco) “Recital”, spettacolo dove mescolerà la realtà alla fantasia e descriverà-passerà al fulmicotone certe tendenze modaiole giovanili, che ha avuto modo di adocchiare ed imitare fin dai tempi delle sue frequentazioni dell’oratorio.

Si discosta un po’ dalla programmazione generale lo show dedicato a Peppino Impastato, dal titolo “Aut”, in scena il 17 Settembre a Toscolano Maderno (BS); eppure anche questo spettacolo è un modo originale di fare teatro, dove Peppino si racconta e sbeffeggia, canta, urla e si dispera, rappresentando la sua vita come lotta e politica, ed anche propriamente teatro.

A chiudere la kermesse un evento a sorpresa a Lugano, in data e location da definirsi. Non resta che controllare il sito www.festivaldeilaghi.com per monitorare questo ultimo evento di chiusura e per i dettagli dei vari spettacoli.

Per info e prenotazioni:

www.festivaldeilaghi.com

o contattare l’Ufficio Cultura dei diversi comuni ospitanti

 

EVENTO CON GLI EXTRALISCIO

Bellissima iniziativa stasera nell’ambito della rassegna La Milanesiana.

Ospiti gli Extraliscio, una band di liscio folk-punk, unica nel suo genere, già protagonista di un bel film, assolutamente originale, girato sotto la regia di Elisabetta Sgarbi.

L’evento è ad ingresso gratuito al Volvo Studio, con prenotazione sulla piattaforma web Eventbrite.

TUTTO PRONTO PER IL MEGA-CONCERTO DEL 21 MAGGIO DI RADIO ITALIA

Milano si popola di turisti e le strade del centro diventano affollate, per via del bel tempo e delle temperature estive, ed intanto piazza Duomo è già da giorni allestita per ospitare il grande concerto gratuito di sabato 21 Maggio di Radio Italia.

A partire dalle 20.10 di sabato, si alterneranno sul palco esibizioni rigorosamente live, come live sarà la sigla di Saturnino, e la frizzante presentazione dei cantanti sarà affidata agli ultra-collaudati Luca Bizzarri e Paolo Kessisoglu; ad accompagnare musicalmente le nostrane pop-star sarà la Mediterranean Orchestra, diretta dal maestro Bruno Santori. Il tutto a pochi giorni dall’Eurovision di Torino, con buon riscontro del pubblico, dove è stata Laura Pausini la mattatrice, a rubare la scena agli altri artisti.

Protagonisti sul palco milanese artisti giovani e meno giovani: oltre ai famigerati Morandi, Elisa, Marco Mengoni e Francesco Gabbani una schiera di altri cantanti, non meno noti e protagonisti di ascolti su radio e web, tra essi anche talenti lanciati dalla trasmissione Amici, fino ai rapper più noti ed amati dal pubblico.

Nei giorni scorsi si sono ascoltati degli spezzoni di prove da parte di alcuni dei protagonisti, davanti ad un pubblico incuriosito più che mai, intento a soffermarsi volentieri o magari a scattarsi un selfie davanti al palco. Così mentre a Milano in questi giorni impazza PianoCity, altra manifestazione di rilievo musicale inaugurata ieri sera da Francesca Michielin, e mentre a Cremona la fondazione Stauffer mette a disposizione in modo assolutamente gratuito i propri pregevoli corsi di perfezionamento a talentuosi musicisti di strumenti a corda provenienti da tutto il mondo, nel solco di un nuovo mecenatismo, questo prezioso e tipico appuntamento dedicato alla musica pop italiana ritorna dopo due anni di fermo obbligato, per l’emergenza sanitaria, quasi a voler scandire il ritorno alla normalità con rinnovato entusiasmo e ribadire la vivacità a tutto tondo dell’offerta musicale italiana.

Il Concerto sarà trasmesso in diretta su Radio Italia, Radio Italia Tv (canale 70 e 570 DTT, canale 725 di Sky, canale 35 di TivùSat, via satellite su “Hot Bird” 13° Est, solo in Svizzera su Video Italia HD), RADIO ITALIA TREND (canale 726 di Sky, 63 di Tivùsat e gratuitamente su Samsung TV Plus e Rakuten TV) e in streaming audio/video su radioitalia.it. Sarà fruibile sulle app ufficiali per iOS, Android, Huawei e su tutti i dispositivi Echo di Amazon. Sarà trasmesso in contemporanea su Sky Uno (canale 108), in streaming su NOW e in chiaro su TV8 (al tasto 8 del telecomando).

Per arrivare in piazza Duomo sarà necessario scendere nelle stazioni Metrò più vicine (Cordusio, San Babila, Missori o Montenapoleone), per motivi di sicurezza.

Hashtag ufficiale: #rilive

Stay you tuned.

DAL 2 AL 5 MAGGIO RITORNA HAIR AL TEATRO NAZIONALE

Quale migliore inno alla pace del musical Hair.

Il musical nacque nel 1967 in un teatro secondario, ben presto scalò il successo e venne rappresentato a Brodway ed in tutto il mondo. Creato da James Rado e Gerome Ragni, autori rispettivamente del libretto e delle liriche, e da Galt MacDermot, che lo musicò, è stato apprezzato da diverse generazioni fino ad oggi, mandato in onda in TV, ridotto a pellicola filmica, ed è diventato simbolo di amore, pacifismo, solidarietà, multiculturalismo e ribellione contro le stantie convenzioni della società.

E’ anche un inno alla cultura hippie che viene da esso ritratta e che lotta contro i poteri forti e rifugge la guerra, all’epoca quella del Vietnam; cultura che si è espressa anche in abbigliamenti e modi distintivi, e che è assurta ad un filone di moda ben noto, reinterpretato da ogni stilista, e soprattutto in capigliature come i capelli lunghi o, se più corti, molto folti, da cui il celebre nome dello show.

A metterlo in scena per 4 serate sarà la Compagnia dell’Alba, formata da artisti di origine diversa e capitanata da Jacopo Siccardi (Berger), che dell’annullamento delle convenzioni ha fatto la sua bandiera “riciclandosi” da campione di scherma ad attore e musicista. Il tour della Compagnia, che questa volta ha toccato località del centro-nord, si chiuderà a Milano come ultima tappa.

Le quattro repliche milanesi di HAIR, The Tribal love-rock musical saranno accompagnate da musica dal vivo e se la recitazione è in italiano, le canzoni restano in lingua originale; lo spettacolo sarà preceduto da un incontro con il cast ed uno psicologo, che riprenderà temi come le droghe, le dipendenze e la sessualità; lo show diventa quindi anche occasione di riflessione.

Le coinvolgenti coreografie sono di Valentina Bordi, i costumi di Simone Nardini, la regia è di Matteo Spiazzi (che a fine febbraio era ancora in Ucraina a Kiev per un debutto di uno spettacolo, purtroppo poi mai avvenuto); uno dei musical più amati diventa altresì progetto per le allieve dell’Accademia ucraina di arte drammatica, ospitate in Italia per continuare i loro studi, come in parallelo avviene per le ballerine ucraine, accolte dal teatro alla Scala o da altri teatri.

Per i fan più appassionati, possibile acquistare nel foyer del teatro il libro fotografico HAIR THE TRIBAL LOVE – ROCK MUSICAL, edito da NonSoloTeatro per MTS: un totale di 168 pagine di foto dietro e davanti le quinte.

Silvia D’Ambrosio

TEATRO NAZIONALE CheBanca!
Piazza Piemonte ang. Via Rota, MILANO

www.teatronazionale.it
www.ticketone.it
http://hairilmusical.it/biglietti-tour/
boxoffice@teatronazionale.it
SMS o W.app num. 344.199.66.21
tel. 02.00640888 (boxoffice aperto dalle h 14 alle h 19; il lunedì h 17/19)

Poltronissime € 49,00/46,00
Poltrona € 36,00
Galleria € 28,00