I risultati del referendum a Milano

Non si placano le polemiche legate al flop referendario.

I referendum non hanno dato il risultato sperato a chi li proponeva e da molti sono stati tacciati di essere esageratamente tecnici, e forse anche troppi.

Scarsa la partecipazione milanese, ed un po’ ovunque dove il voto non era accompagnato dalle elezioni amministrative; a Milano si è recato alle urne poco più del 16% degli elettori, ed esattamente il 16,3%, al di sotto della media nazionale.

E’ anche vero che a Milano, ove fosse stato raggiunto il quorum, avrebbero vinto i SI’.

La zona più aperta al SI’ e all’abrogazione delle norme è percentualmente la Zona 1.

In tutti i municipi cittadini si sono registrate percentuali di gradimento ben maggiori per i quesiti 3 (separazione delle carriere, scheda gialla), 4 (modifica norme sulla valutazione dei giudici, scheda grigia) e 5 (abrogazione numero minimo di firme per presentazione liste CSM, scheda verde), in cui il SI’ è stato espresso in percentuali che superano il 74% in tutte le zone della città.

Margini ben inferiori per la richiesta di abrogazione della Legge Severino (quesito 1, scheda fuxia) e per le modifiche all’applicazione delle misure cautelari (quesito 2, scheda arancione), dove la forbice rispetto al NO è piuttosto risicata, consentendo in alcuni seggi di lasciar prevalere l’espressione di voto negativa o di far prevalere il NO a sezioni scrutinate in alcuni Comuni della provincia.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...